Insetti Articoli Animali
Siti partners:
Animali

Paleoentomologia

libellula fossile
Libellula del Cretaceo della
Reg. di CearÓ in Brasile

La paleoentomologia è una branchia della paleontologia. Questa scienza studia gli insetti fossili, trovati all'interno dell' ambra e nelle rocce sedimentarie. Gli insetti, piccole creature sono riusciti a popolare ogni ambiente sulla Terra, ad eccezione dei mari. Essi sono presenti sul nostro pianeta dal Permiano, 340 milioni di anni fa circa. La classificazione degli insetti fossili, si basa sui criteri tipici dell’entomologia odierna.
Per studiare e collezionare insetti fossili, bisogna sapere che gli insetti si classificano, attraverso gli ordini, la famiglia e il genere (esempio: ordine dei Coleoptera, famiglia Ommatidae e genere Amblomma).

Gli ordini negli insetti sono i seguenti:
  • ODONATA (libellule);
  • DITTERI (mosche, zanzare, tafani);
  • EPHEMEROTTERI (ephemere);
  • COLEOTTERI (coleotteri);
  • LEPIDOTTERI (farfalle notturne e diurne);
  • EMITTERI (cimici, notonecte, geridi);
  • BLATTARIA (scarafaggi);
  • ISOTTERI (termiti);
  • PLECOTTERI (plecotteri);
  • PSOCOTTERI (psocotteri);
  • ORTOTTERI (cavallette e grilli);
  • IMENOTTERI (formiche, vespe e api);
  • TRICOTTERI (tricotteri);
  • PHASMINDI (insetto stecco);
  • DERMATTERI (forbicette);
  • MECOTTERI (mecotteri);
  • EMBIOTTERI (embiotteri);
  • NEUROTTERI (crisopa);
cicala fossile
Cicala dell'Eocene di McAbee in Canada

I tipi di fossilizzazione, in cui sono stati trovati gli insetti fossili sono di varie tipologie di conservazioni:

1) CONSERVAZIONE NEL BITUME:
La conservazione era dovuta alla presenza di pozze di catrame risalenti al Pleistocene rinvenute a Rancho la Brea in California (U.S.A.), nelle quali cadevano vari tipi d'insetti e venivano letteralmente inglobati nel bitume.

2) CONSERVAZIONE NEL TRAVERTINO:
La conservazione è straordinaria e presenta tutte le più minute caratteristiche dell'insetto, questo tipo di conservazione è presente in un giacimento francese del Miocene e precisamente a Quercy. La presenza di calcare disciolto nell'acqua e accumulatosi per milioni di anni, ha permesso la conservazione di svariati tipi d'insetti.

3) CONSERVAZIONE IN NODULI:
Molto rara e presenta depositi carboniferi ricchi di ferro, che avvolgono i resti d'insetto, fossilizzandolo. Il giacimento più famoso di questo tipo di fossilizzazione è quello di Mazon Creek (Illinois e Indiana) negli U.S.A., altri siti di importanza mondiale sono presente a Lancashire in Inghilterra e a Sosnowiec in Polonia.

4) CONSERVAZIONE NEL CALCARE:
I giacimenti di calcare con all'interno insetti fossili sono molto numerosi, nell'Oligocene di Cereste (Francia) e Florissant (U.S.A.), nell'Eocene di Bolca (Italia), Kampools (Canada) e Green River (U.S.A.), nel Cretaceo della Reg. di Cearà (Brasile), Montsec (Spagna), Piedra Laja (Argentina), Reg. di Liaoning (Cina) e Koonwarra (Australia), nel Giurassico di Solnhofen e Holzmaden (Germania) e dei Monti Karatau (Kazakistan).

cavalletta fossile
Cavalletta del Cretaceo della Reg. di Liaoning in Cina

5) CONSERVAZIONE NEI CRISTALLI DI GESSO:
La più rara fossilizzazione, è stata scoperta in Italia a Cherasco (Cuneo) e nei Monti Elliot in Australia, entrambi del Miocene. La conservazione è avvenuta durante la formazione dei cristalli di gesso che hanno inglobato gli insetti.

6) CONSERVAZIONE NELLE MARNE:
Molto comune e conserva molti tipi d'insetti, è stata individuata in varie parti del mondo ed è avvenuta in vari periodi geologici. I più importanti giacimenti sono: Pliocene del Val d'Arno (Italia), Miocene dell'Ardeche (Francia), Ventura (U.S.A.) e a Vittoria d'Alba (Italia).

7) CONSERVAZIONE NEL COPALE:
Il copale è una resina semi-fossile, si rinviene in giacimenti argillosi. La fauna presenta tutti gli ordini d'insetti conosciuti, conservati perfettamente, la datazione va dai 10.000 anni ai 100.000 anni circa. Il giacimento più importante al mondo si trova in Madagascar e precisamente a Cap d'Ambre,

8) CONSERVAZIONE IN AMBRA:
L'ambra è una resina fossile che veniva espulsa dalle piante, ogni creatura che veniva inglobata in essa avevano buone possibilità di fossilizzarsi. I giacimenti di ambra spaziano in tutti i continenti e sono di vari periodi geologici. Depositi del Miocene (Appennino italiano, in Sicilia, Colombia e Chiapas in Messico), Oligocene (Rep. Dominicana e Reg. di Liaoning in Cina), Eocene (Mar Baltico, Russia), Cretaceo (New Jersey negli U.S.A. e in Birmania), Permiano (Dolomiti italiane).


blatta fossile
Blatta del Cretaceo della Reg. di Cearà in Brasile

Nel mondo sono stati trovati giacimenti che hanno conservato nelle loro rocce piccole testimonianze del passato, gli insetti.
Di seguito verranno elencati i più importati giacimenti del mondo:

PLEISTOCENE:
Rancho la Brea (California) (U.S.A.);

PLIOCENE:
Val d'Arno (Toscana) (Italia);

MIOCENE:
Ardeche e Quercy (Francia);
Randecker (Germania);
Rubielos di Mora (Spagna);
Vittoria d'Alba (Italia);
Linqu (Cina);
Monti Calico (California) (U.S.A.);

OLIGOCENE:
Cereste e Luberon (Francia);

EOCENE
Bolca (Italia);
Fm. Green River (Utah-Wyoming-Colorado) e Florissant (Colorado) (U.S.A.);
McAbee (Canada);
Messel (Germania);

PALEOCENE:
Fur (Danimarca);

CRETACEO:
Dorset (Inghilterra);
Koonwarra (Australia);
Las Hoyas (Spagna);
Piedra Laja (Argentina);
Reg. di Liaoning (Cina);
Reg. di Cearà (Brasile);

GIURASSICO:
Holzmaden (Germania);
Monti Karatau (Kazakistan);
Solnhofen (Germania);

TRIASSICO:
Beacon Hill (Australia);
Meride (Svizzera);
Nedubrovo (Russia);
Ponte Giurino (Italia);
Okuhata (Giappone);
Fiume Birds (Sud Africa);

PERMIANO:
Elmo (U.S.A.);
Midco (U.S.A.);
Reg. Karro (Sud Africa);
Tshekarda (Russia);

CARBONIFERO:
Commentry (Francia);
Lancashire (Inghilterra);
Sosnowiec (Polonia);
Mazon Creek (Indiana e Illinois) (U.S.A.);



(1) PELLA CRISTIAN
(collezionista d'insetti fossili, collezione composta da più di 1.500 esemplari)
Domodossola (Verbania) (Italia). (Telefono:347/0514249) (E-mail: cri.pella@tiscalinet.it)